Istituti di Vigilanza Privati

assicurazione istituti di vigilanza privata diass

Il decreto del Ministero dell’Interno n.269 del 2010 ha reso obbligatoria per gli Istituti di Vigilanza la stipulazione di una polizza che preveda le garanzie di Responsabilità Civile verso Terzi, verso Dipendenti e Contrattuale come uno dei requisiti necessari per il rilascio di una nuova licenza nonché per i suoi rinnovi annuali.

Quali sono le coperture assicurative obbligatorie per gli Istituti di Vigilanza Privata?

 

1 – Responsabilità Civile
Responsabilità civile verso terzi
Polizza a copertura dei danni involontariamente cagionati a Terzi per morte, lesioni personali e danneggiamenti materiali in relazione all’attività svolta. Relativamente ai danni a persona sono compresi tanto i danni patrimoniali che non patrimoniali e fra questi ultimi s’intendono inclusi i danni morali e i danni biologici sempre che dovuti per legge e/o giudizialmente accertati. La polizza assicurativa opera anche per danni causati per colpa grave e/o dolo delle persone del cui operato l’assicurato deve rispondere.
Responsabilità civile verso i prestatori di lavoro
Polizza assicurativa che tiene indenne l’assicurato, nella sua qualità di datore di lavoro, per le richieste di risarcimento derivanti da azioni di rivalsa esperite da INAIL e/o INPS a seguito di infortunio sul lavoro, che prevedono una responsabilità in capo all’azienda stessa, ovvero per le eventuali maggiori somme eccedenti che, in diritto, il dipendente infortunato abbia a richiedere.
Responsabilità civile contrattuale
L’assicurazione è prestata quale risarcimento per danni subiti da privati, Società od enti in conseguenza di inadempimento contrattuale, nell’ambito dell’attività svolta, dovuto ad azione od omissione anche concorsuale, dolosa o colposa, dei dipendenti dell’Assicurato, purché detta responsabilità, ove non sia stato possibile un accordo stragiudiziale, sia definita da una sentenza giudiziale.

2 – Cauzioni
Agli Istituti di Vigilanza Privata sono richieste due garanzie:

– Cauzione a favore della prefettura per il rilascio o il rinnovo della licenza;
– Cauzione per la partecipazione a gare di appalto (provvisorie/definitive).
Il beneficiario è la Prefettura e la cauzione è prestata mediante fideiussione assicurativa.

3 – Infortuni ex CCNL delle GPG
L’Istituto di Vigilanza in base a quanto previsto nel CCNL delle GPG, deve stipulare una Polizza Infortuni per i seguenti capitali:
– Morte 52.000 €
– Invalidità Permanente 103.000 €

Compila il modulo di seguito per ricevere maggiori informazioni:



Cliccando su Invia acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. n. 196/2003

 

Oppure scarica il questionario, compilalo e invialo a info@diass.it per una quotazione gratuita.

 

Quali sono le coperture assicurative integrative per gli Istituti di Vigilanza Privata?

 

1 – Polizza di Tutela Legale per l’Istituto di Vigilanza Privata, per le Responsabilità Penali, Civili e in ambito amministrativo.
La copertura assicurativa prevede il pagamento delle spese:
– per l’intervento di un legale incaricato alla gestione del caso assicurativo;
– per l’intervento di un perito/consulente tecnico d’ufficio e/o di un consulente tecnico di parte;
– di giustizia;
– liquidate a favore di controparte in caso di soccombenza con esclusione di quanto derivante da vincoli di solidarietà;
– conseguenti ad una transazione autorizzata dalla Società, comprese le spese della controparte, sempre che siano state autorizzate dalla Società;
di accertamenti su soggetti, proprietà, modalità e dinamica dei sinistri;
di indagini per la ricerca di prove a difesa, nei procedimenti penali;
– per la redazione di denunce, querele, istanze all’Autorità Giudiziaria;
– degli arbitri e del legale intervenuti, nel caso in cui una controversia che rientri in garanzia debba essere deferita e risolta avanti a uno o più arbitri;
– per l’indennità, posta ad esclusivo carico dell’Assicurato e con esclusione di quanto derivante da vincoli di solidarietà, spettante agli Organismi di Mediazione, se non rimborsata dalla controparte a qualunque titolo, nei limiti di quanto previsto nelle tabelle delle indennità spettanti agli Organismi pubblici;
– per il contributo unificato per le spese degli atti giudiziari, se non rimborsato dalla controparte in caso di soccombenza di quest’ultima.

Inoltre, in caso di arresto, minaccia di arresto o di procedimento penale all’estero, in uno dei Paesi ove la garanzia è operante, sono assicurate:
– le spese per l’assistenza di un interprete;
– le spese relative a traduzioni di verbali o atti del procedimento;
– l’anticipo della cauzione, disposta dall’Autorità competente, nei limiti.

Di seguito le principali garanzie prestate:
– Difesa Legale nel caso in cui le Persone Assicurate siano sottoposte a procedimento penale per delitto colposo o per contravvenzione; sono compresi i procedimenti penali per delitti colposi e per contravvenzioni derivanti da violazioni in materia fiscale ed amministrativa;
– Difesa Legale nel caso in cui le Persone Assicurate siano sottoposte a procedimento penale per delitto doloso, purché vengano prosciolte o assolte con decisione passata in giudicato. Sono compresi i procedimenti penali  per delitto doloso derivanti da violazioni  in materia  fiscale ed amministrativa;
– Difesa Legale nel caso in cui le Persone Assicurate debbano sostenere controversie relative a danni extracontrattuali subiti a persone e/o a cose per fatto illecito di terzi;
– Difesa Legale nel caso in cui  le Persone Assicurate debbano sostenere controversie relative a richieste di risarcimento di danni extracontrattuali avanzate da terzi, in conseguenza di un loro presunto comportamento illecito. Tale garanzia opera soltanto nel caso in cui il caso assicurativo sia coperto da una apposita Assicurazione di Responsabilità Civile e ad integrazione e dopo esaurimento di ciò che è dovuto da detta Assicurazione, per spese di resistenza e di soccombenza, ai sensi dell’Articolo 1917 del Codice Civile. In tali ipotesi, la Società garantisce le spese legali necessarie per l’eventuale citazione in  giudizio della Compagnia che assicura la  Responsabilità Civile. Si intendono escluse le altre spese di difesa.
– Difesa Legale nel caso in cui la Contraente debba sostenere vertenze per:
o Controversie Contrattuali con i fornitori per inadempienze relative a forniture di beni o prestazioni di servizi;
o Controversie Individuali di Lavoro con i soggetti identificati nel Libro Unico del Lavoro;
o Controversie riguardanti la proprietà, la locazione o altri diritti reali riguardanti gli immobili dove viene svolta l’attività;
o  Controversie contrattuali con i clienti, compreso il recupero dei crediti, relative alle forniture di beni o prestazioni di servizi effettuate dall’assicurato. Tale prestazioni viene contemplata con un sovrappremio ed un limite di casi per anno.
– Difesa Legale per presentare opposizione avanti l’Autorità competente avverso una sanzione amministrativa pecuniaria/non pecuniaria. A titolo esemplificativo la garanzia vale nei casi di contestazione di inosservanza degli obblighi ed adempimenti di cui alle seguenti disposizioni normative:
D.Lgs 81/2008 (Testo Unico sulla Sicurezza) D.Lgs 196/03 (Codice Privacy)
D.Lgs 193/07 (Sicurezza Alimentare) D.lgs 152/2006 (Codice dell’Ambiente)
D.Lgs 231/2001 (Responsabilità Amministrativa delle Persone Giuridiche)

2 – All Risks Trasporto Valori (Cash in Transit)
Polizza a garanzia degli eventuali danni che possono accadere ai valori sia durante la fase di trasporto che di giacenza presso gli stabilimenti della contraente, nonché per le operazioni di conta.

3 – RC Amministratori e Dirigenti (D&O – Directors & Officers Liability)

 

Compila il modulo di seguito per ricevere maggiori informazioni:



Cliccando su Invia acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. n. 196/2003

 

Oppure scrivici a info@diass.it per maggiori informazioni.