Assicurazione Terremoto

Polizza di Assicurazione Terremoto

Perché stipulare una Polizza di Assicurazione terremoto?
Il territorio italiano presenta numerose zone a significativo rischio sismico, come possiamo rilevare osservando la mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale elaborata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

assicurazione terremoto diass

Negli ultimi 30 anni i sismometri hanno registrato più di 190.000 eventi sismici in Italia e nei Paesi confinanti, in gran parte concentrati nelle aree montuose e nelle zone vulcaniche.
La Polizza di Assicurazione Terremoto può tutelare la tua abitazione dalle conseguenza di un evento sismico.
Puoi stipulare la Polizza Terremoto sia nel caso tu abbia già un’Assicurazione Casa, sia nel caso in cui tu non la possieda.

 

Quali sono le caratteristiche della Polizza di Assicurazione Terremoto?

La Polizza di Assicurazione Terremoto è composta da:
Sezione A
Sezione B

La copertura della Sezione A assicura l’unità immobiliare e i relativi contenuti per i danni causati da terremoto, inclusi quelli di incendio, esplosione e scoppio direttamente conseguenti al terremoto stesso.

L’assicurazione dell’unità immobiliare viene prestata nella forma a primo rischio assoluto.
L’assicurazione a primo rischio assoluto è la forma di assicurazione che impegna la Compagnia assicuratrice ad indennizzare il danno verificatosi fino a concorrenza del valore assicurato, anche se quest’ultimo risulta inferiore al valore globale dei beni assicurati (valore assicurabile).

L’indennizzo viene esteso agli oneri di urbanizzazione e concessione edilizia, nonché ai maggiori costi per la costruzione e ricostruzione di quelle parti dell’unità immobiliare direttamente danneggiate dall’evento, secondo gli standard antisismici previsti da leggi e/o regolamenti in vigore al momento della ricostruzione.
Tale condizione costituisce un aspetto di novità rispetto agli usi tradizionali del mercato assicurativo il quale lasciava a carico dell’assicurato il differenziale dei costi di ricostruzione in base alle nuove normative, essi venivano infatti visti come miglioria delle caratteristiche costruttive dell’immobile e, come tali, non compresi nella somma assicurata.
Ulteriore estensione degna di nota riguarda i danni derivanti da perdita di pigioni o mancato godimento dell’unità immobiliare, per il periodo necessario al suo ripristino, con il massimo di un anno a decorrere dalla data di accadimento del sinistro.

La copertura assicurativa, prestata dalla Sezione A, risulta poi estendibile in forma facoltativa al contenuto delle unità immobiliari. Essa viene prestata nella forma a primo rischio assoluto e la somma assicurata in questo caso corrisponde al massimale riportato nella scheda di polizza.

Vi è la possibilità di attivare una seconda sezione di polizza, Sezione B, dedicata agli elementi architettonici con valore storico-artistico delle unità immobiliari, nonché ai contenuti, intesi come oggetti d’arte e antiquariato.

 

Potrebbero interessarti anche:



– ASSICURAZIONE SANITARIA

– RC AUTO – RESPONSABILITÀ CIVILE AUTO E GARANZIE ACCESSORIE